Non solo vino

#JovaFoodGood: food court in tour con Jovanotti

di Paola Cotugno

07 Mag, 2022

jovanotti

L’eterno ragazzo italiano che nel 1992 cantava “io no che non m’annoio” non smette mai di stupire. E di noia, neanche l’ombra.

A vent’anni di distanza l’energia di Lorenzo Jovanotti sembra essere ancora incontenibile, capace di regalare attimi di spensieratezza ai fan che quest’estate torneranno ad affollare le spiagge di tutta Italia per l’edizione 2022 del Jova Beach Party. Un tour itinerante di trenta tappe – dal 2 luglio al 10 settembre – durante il quale il cantautore italiano ha deciso di lanciare un forte messaggio ecologista. Jovanotti sembra infatti dire stop al consumo di junk food e all’inquinamento ambientale generato dai concerti.

A dimostrarlo il debutto del #JovaFoodGood un’area posta all’interno del villaggio-mobile pensata per offrire al pubblico una proposta gastronomica varia e di alto livello, con un occhio di riguardo per l’ambiente e la sana alimentazione. La gestione della food court, affidata al guru e consulente Filippo Polidori, vede la partecipazione di numerose insegne scelte sulla base di principi di qualità e sostenibilità: i fan del cantante potranno scegliere tra specialità regionali italiane e piatti tipici orientali, il tutto servito rigorosamente in materiali compostabili.

Ci saranno le proposte de Il Furgoncino – pane, vino & rock’n’roll un vecchio furgone anni ‘60 Citroen HY a bordo del quale Carlo e Laura, attuali proprietari, preparano panini per veri appassionati di musica come il Patty Pravo a base di salmone norvegese, mozzarella, pompelmo e pepe rosa o il Califfo con acciughe dell’Adriatico, cipolla di Tropea, miele d’Acacia e pecorino. A Pizza&Mortazza il compito di deliziare i presenti con la pizza romana ripiena di mortadella di Bologna Igp, i sapori della Toscana sono invece rappresentati da Porcobrado diventato famoso per il suo iconico paninofarcito con fettine, pezzetti e sfilaccetti di carne di maiale marinata, cotta 24 ore al barbecue e infine affumicata con legno di melo e ciliegio. Non mancano i piatti asiatici di FirenZEN dal bao cinese alle polpette di polpo giapponesi e la cucina greca a base gyros pita, ouzo e souvlakipreparati della Taverna Greca. Protagonista indiscussa dello street food la pizza “alla pala” dell’azienda toscana Menchetti e la focaccia abruzzese in versione gourmet di Delio. Inoltre nell’areaFood’s Rocksarà possibile assaggiare la carne Fileni e salumi dell’azienda Casa Modena provenienti da allevamenti biologici. Per gli amanti della frutta ci saranno gli estratti di Jovannino Orto Lab preparati con frutta fresca proveniente dall’orto di famiglia del suo fondatore Massimo Artini e le coppette di frutta di Sant’Orsola.

jova

Ma protagonisti del tour saranno anche gli Special Food Guest, un parterre di Stelle Michelin e giovani talenti della cucina italiana,che si occuperanno di cucinare per tutto lo staff e gli ospiti del backstage: direttamente dal firmamento italiano arriveranno in concerto Giancarlo Perbellini chef del ristorante Casa Perbellini e Norbert Niederkofler chef del St. Hubertus, a seguire Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze, Andrea Mattei del Bistrot Restaurant di Forte dei Marmi e Davide Di Fabio del ristorante Dalla Gioconda di Gabicce Monte.

JOVANOTTI2

Quest’anno il Jova Beach Party sostiene WWF Italia Onlus con il progetto RiPartyAmo, una campagna di raccolta fondi e un progetto ambientalista che coinvolgerà 10 mila volontari nel recupero e nella pulizia di 20 milioni di metri quadri di spiagge, laghi, fiumi e fondali. Alcuni fortunati che avranno contribuito alla raccolta fondi verranno selezionati per partecipare a due esclusivi concerti che Jovanotti terrà all’Atlantico di Roma e all’Alcatraz di Milano il 12 e 14 novembre.

Foto credits @lorenzojova IG