fbpx

Il Don Luigi 2016 di Di Majo Norante ai vertici delle migliori guide

239 Visite

Il Don Luigi 2016, Molise Rosso Riserva Doc della cantina Di Majo Norante di Campomarino, in Molise, conquista tre importanti riconoscimenti:
– premio Tre Bicchieri della Guida Vini d’Italia 2021 del Gambero Rosso

– premio Quattro Viti della Guida ai Vini d’Italia Vitae

– premio Tre Stelle d’Oro della Guida Veronelli

“Questi eccezionali riconoscimenti al nostro territorio e al nostro lavoro- commenta Alessio Di Majo Norante- confermano che la nostra scelta di puntare sull’alta qualità, introducendo nuovi sistemi di coltivazione, nuovi cloni di varietà di viti, insieme a una continua innovazione in cantina, sia una scelta vincente. Siamo anche molto contenti del fatto che, nonostante un anno davvero terribile ed ancora pieno di incognite per tutti noi, almeno la vendemmia 2020 è stata per il Molise una delle più grandi vendemmie degli ultimi 10 anni”.

Questo doppio riconoscimento non ci sorprende! Noi di Wine&Thecity avevamo già avuto modo di degustare il Don Luigi a Napoli al Museo Nitsch, nella serata evento del 18 settembre, e avevamo subito compreso il profondo valore di questo vino.

Potrebbe interessarti anche: Calici ad arte. Con Di Majo Norante e San Marzano al Museo Nitsch

Il vino rosso Don Luigi DOC della cantina Di Majo Norante, è ottenuto dalla selezione in purezza delle migliori uve di Montepulciano. È vinificato tradizionalmente con lungo contatto del mosto con le vinacce e maturato in piccole botti di rovere. Si presenta con un colore rosso granato intenso e profondo con riflessi violacei. È un vino ricco, intenso, di grande struttura.

Si abbina alla perfezione con le carni rosse, la cacciagione, piatti della grande cucina mediterranea, formaggi più o meno stagionati, formaggi muffati e carni alla griglia. La temperatura di servizio è di 18° C in bicchiere tipo Bordeaux, avendo cura di stappare la bottiglia almeno un’ora prima.

Di Majo Norante produce vini da uve proprie sin dal 1800, come testimoniano le cantine sotto la piazza e nel vecchio palazzo di famiglia a Campomarino. La dedizione alla coltura della vite è ereditata da Alessio di Majo Norante ed è pianificata oggi insieme alla passione per la ricerca e la sperimentazione.

La filosofia enologica dell’azienda Di Majo Norante rispetta l’approccio tradizionale alla coltivazione della vite ed alla produzione del vino, nel tentativo di conservare tutte le caratteristiche degli uvaggi mediterranei.

“Concentriamo tutti i nostri sforzi per preservare l’ambiente che ci circonda e per lavorare secondo la natura- continua Alessio di Majo Norante- Per quanto riguarda la coltivazione delle uve, il nostro scopo principale è mantenimento della biodiversità dei vigneti, per questo motivo da moltissimi anni seguiamo le nostre coltivazioni attenendoci alle regole dell’agricoltura biologica. Usiamo solo concimi e metodi naturali nelle lotta ai parassiti.

A tutti i nostri vigneti viene lasciato inerbimento naturale con la fioritura spontanea per garantire la salubrità del suolo. La produzione è tenuta bassa per ottenere la massima qualità delle uve. In cantina ci dedichiamo a esaltare tutte le potenzialità dell’uva, lavorando con l’uso delle più moderne tecnologie. In futuro saremo sempre all’avanguardia nella tutela dell’ambiente perché parte della nostra filosofia aziendale”.

(Redazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *