Wine News

Pellegrino dedica “La Grande Famille” a Josephine Despagne che guidò la cantina nel primo ‘900

16 Nov, 2021

Era così che Josephine Despagne chiamava la sua famiglia allargata, la Grande Famille, composta da figli e nipoti, ma anche da dipendenti e impiegati dell’azienda. A 150 anni dalla sua nascita, per rendere omaggio a questa raffinata e intraprendente donna, diventata la moglie di Carlo Pellegrino, le Cantine di Marsala le dedicano La Grande Famille, nuovo spumante brut metodo classico.

E così come Josephine era una francese trapiantata in Sicilia, anche il nuovo spumante nasce da uve francesi – chardonnay al 100% – coltivate nell’isola, per una sorta di liaison intellectuelle.
Nata il 18 maggio 1871 in un villaggio vicino a Bordeaux, Josephine era figlia del noto liquorista francese Oscar Despagne, trasferitosi a Marsala con tutta la famiglia nel 1895 per fare consulenza alle cantine dell’isola. Qui Josephine, all’epoca ventiquattrenne, conobbe ben presto Carlo, figlio del fondatore delle Cantine Pellegrino. I due si innamorarono e dal loro matrimonio nacquero quattro figli.

Oltre a dedicarsi alla famiglia, Josephine amava coltivare le proprie passioni, come la pittura, la lettura e il giardinaggio; fu lei a trasformare la loro grande villa liberty immersa in un grande parco a fianco delle Cantine, in un luogo aperto a tutti, familiari ma anche amici e dipendenti, che spesso condividevano con lei e Carlo i pranzi e i tanti eventi legati alla società. Il suo linguaggio – un misto di francese, italiano e siciliano – affascinava sempre i suoi ospiti, così come la sua cucina, in cui riusciva a dare risalto alla tradizione francese e nel contempo ai sapori e agli ingredienti siciliani, creando un paradigma nuovo e riconoscibile, che si è tramandato nel tempo e ancora oggi fa parte della memoria della famiglia Pellegrino. Spesso tornava per brevi periodi nella sua Francia, dove ritrovava i tanti amici e parenti con cui non aveva mai interrotto i rapporti. Ma il ritorno in Sicilia, quando dai finestrini del treno respirava il profumo dei fiori di zagara, era sempre ammaliante. Così come le era rimasta nel cuore la sua terra d’origine, ugualmente aveva infatti imparato ad amare la Sicilia, tanto per la bellezza dei luoghi, quanto per la calda accoglienza ricevuta dalle persone, nel cui cuore il ricordo di questa donna francese rimase a lungo.

Carlo e Josephine con i figli Paul e Pierre

 

Quando nel 1933 il marito Carlo morì, Josephine si ritrovò a capo dell’azienda di famiglia, prima donna dell’epoca, e insieme al figlio Paolo ne prese in mano le sorti, disegnando per essa un futuro radioso. Ebbe sempre con i dipendenti un rapporto molto intimo e confidenziale, annotando scrupolosamente su piccoli fogli tutte le loro richieste o necessità. Un atteggiamento, quello verso l’azienda, che è stato mutuato nel tempo da tutti i discendenti, e che ancora oggi caratterizza fortemente i rapporti e le relazioni tra la famiglia Pellegrino e tutti i collaboratori. Con la sua gentilezza, sensibilità e dedizione, Josephine seppe farsi amare da tutti, e quando morì improvvisamente nel 1959, venne ricordata come una persona dal carisma magnetico.

La Grande Famille

 

A 150 anni dalla sua nascita, le Cantine Pellegrino intendono dunque ricordare l’estro e l’eleganza di questa grande dama francese, innamorata della Sicilia, con uno spumante metodo classico. La Grande Famille è un vino dal colore giallo tenue con riflessi verdognoli. Presenta un perlage finissimo e persistente con una elegante corona di spuma. Al naso è ricco, con sentori di lievito e crosta di pane, in bocca è pieno ed equilibrato con un gradevole finale acidulo.
Una produzione a tiratura limitata in vendita presso il Wine Shop Pellegrino di Marsala oppure online al link www.carlopellegrino.it/shop