fbpx

Il dopo teatro del Teatro San Carlo: la grande ripartenza di Wine&Thecity

500 Visite

Ieri sera in Piazza Plebiscito si è inaugurata la stagione estiva del Teatro San Carlo con la prima della Tosca, interpretata magistralmente dalla diva della lirica internazionale: Anna Netrebko. La prima dell’opera di Giacomo Puccini  ha segnato anche il ritorno di Wine&Thecity dopo il lock down.

Casale del Giglio- PH: Sergio Siano-

Con i vini di Casale del Giglio abbiamo accolto gli ospiti nell’esclusivo dopo teatro nel Cortile d’onore di Palazzo Reale. In un scenografico allestimento con al centro un opulento abito di scena rosso vermiglio, realizzato dalla celebre costumista Odette Nicoletti, in occasione della stagione Lirica del Teatro di San Carlo 1996/1997, per l’Opera Le convenienze e inconvenienze teatrali di Gaetano Donizetti, (ndr: Archivio Storico del Teatro di San Carlo); Emmanuela Spedaliere Direttore Generale del Teatro San Carlo e Stephane Lissner Sovrintendente del Teatro San Carlo, hanno accolto duecento ospiti illustri.

Tra questi il Sindaco Luigi De Magistris e il regista Ferzan Özpetek, il Console generale di Spagna Carlos Maldonado Valcàrcel, Gianfranco D’Amato e Laura Trisorio gallerista e direttrice di Artecinema ed ancora la stessa Anna Netrebko con il marito, il tenore Yusif Eyvazov. E poi, la Signora Marisa Maglietta, Amministratrice Delegata della storica cioccolateria Gay Odin, Gino Nicolais presidente della Reale tenuta di Carditello, il prefetto Marco Valentini, il past president di Confindustria Antonio D’Amato e la moglie Marilù Faraone Mennella, Ambrogio Prezioso past president Unione Industriali Napoli e l’assessore alle politiche giovanili del Comune di Napoli Alessandra Clemente.

Dopo Teatro al Palazzo Reale Napoli- PH: Sergio Siano

Tre le etichette di Casale del Giglio che hanno accompagnato la cena curata da Festeggiando Catering delle sorelle Lucia e Benedetta Mozzillo: l’Anthium vino bianco ricavato da antiche vigne già note nel Lazio in epoca romana, caratterizzato da sentori di frutta esotica matura e leggere sfumature floreali e speziate al palato; l’Albìola un rosato di grande carattere, prodotto con uve di Syrah e Sangiovese, contraddistinto da sentori di frutti di bosco, lampone e frutta rossa; e per finire Aphrodisium un vino dolce di colore giallo oro, ricco di note di buccia d’uva e agrumi che lo rendono avvolgente e fresco al naso. In particolare modo il rosato Albìola è stato apprezzato con la pizza di Concettina ai Tre Santi. Partner della serata Gay Odin con il suo cioccolato foresta. Prossimo appuntamento è per martedì 28 Luglio al termine della Aida di Giuseppe Verdi.

D.B.S

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *