Non solo vino

Dinner in The Sky: Franco Pepe prepara la prima pizza al mondo sfornata a 50 metri di altezza

01 Giu, 2021

Per la prima volta al mondo, la pizza diventa protagonista del ristorante più insolito e stravagante del mondo, la piattaforma sospesa a 50 metri di altezza di Dinner in The Sky. Non poteva che accadere a Napoli dove Dinner in The Sky arriva il 2 giugno per restare fino al 6 con un programma di incredibili esperienze culinarie ad alta quota. Ad inaugurare le giornate napoletane di Dinner in The Sky sarà proprio Franco Pepe, il pluripremiato pizzaiolo di Caiazzo, maestro indiscusso dell’impasto.

Martedì 2 Giugno, alle 19.45 e alle 21,15 il celebre pizzaiolo salirà a bordo della piattaforma da cinque tonnellate per una serata esclusiva che lo vedrà lavorare per la prima volta in alta quota, letteralmente sospesi a mezz’aria a 50 metri di altezza: una sfida senza precedenti, che dimostra la voglia di Franco Pepe di mettersi continuamente in discussione, superando il concetto di pizza tradizionale e proponendo al pubblico un’esperienza nuova e fuori dagli schemi. Per fare tutto questo è stato necessario dotare la piattaforma di uno speciale forno elettrico a bocca aperta realizzato ad hoc dall’azienda SUDFORNI s.r.l, su indicazioni di Franco Pepe: uno strumento altamente tecnico, compatto e capace di raggiungere temperature fino a 450° per cuocere la pizza in soli 90 secondi.

<<Partecipare a DINNER IN THE SKY è per me una grande emozione ed una sfida personale: portare a 50 metri d’altezza un forno piccolo a bocca aperta, suscettibile delle variazioni ambientali, e realizzare così, sospesi tra cielo e terra, la mia pizza, la stessa che ogni giorno sforno nella mia pizzeria Pepe in Grani di Caiazzo. È una prova interessante per me e per la mia squadra>>, dichiara il celebre pizzaiolo.

Ai 22 ospiti seduti al tavolo sospeso di Dinner in The Sky il piacere di assistere ad una performance senza precedenti: l’impasto verrà lavorato e steso a mano libera dal maestro pizzaiolo prima di essere farcito e infornato sotto gli occhi dei presenti. Il menu prevede una vera e propria degustazione di tre “classici” di Franco Pepe: la Margherita Sbagliata, la Scarpetta e la Ritrovata. Per chiudere in dolcezza verrà servita la Crisommola un trancio di pizza dolce, arricchita con albicocca “pellecchiella” del Vesuvio. Ad accompagnare la degustazione ci saranno i vini pugliesi dell’azienda vinicola San Marzano, fondata in Salento nel 1962 e tra le realtà vitivinicole più interessanti del sud Italia, che per l’occasione offrirà ai presenti tre grandi vini: il Tramari Rosé di Primitivo Salento IGP, il Talò Fiano Salento IGP e il vino 11 Filari Primitivo di Manduria Dolce Naturale DOCG.

(redazione)