Non solo vino

Adotta un alveare con Bee My Future e 3Bee: salverai la biodiversità e riceverai a casa dell’ottimo miele

03 Mag, 2021

Osservando un’ape scorrazzare in aria non si ha la percezione di quanto questo piccolo insetto sia fondamentale per la nostra vita. La loro operosità non è solo proverbiale, dal loro instancabile lavoro di impollinazione dipende infatti la biodiversità e il naturale equilibrio del nostro pianeta. Come sottolineato dalla FAO Food and Agricultural Organization– su 100 delle colture più importanti al mondo ben 71 si riproducono mediante il lavoro degli insetti, di queste oltre l’80% è alla base dell’alimentazione umana: dalle castagne alle pesche, dalle zucchine ai pomodori, dalle mandorle alle mele. Eppure, a causa dei cambiamenti climatici e del massiccio utilizzo di pesticidi, oggi la vita delle api è in grave pericolo.

E’ proprio per contrastare la loro lenta ma progressiva estinzione che nasce Bee My Future progetto lanciato da LifeGate con lo scopo di sviluppare e sostenere l’allevamento di alveari urbani nella provincia lombarda: non solo Milano ma anche Lodi, Monza e Brianza sono questi i contesti cittadini che hanno già accolto 19 apiari collocati in zone ricche di colture e vegetazioni spontanee e al contempo lontane da inquinamento atmosferico e densità di traffico. A prendersi cura degli alveari sono apicoltori hobbisti con esperienza decennale ai quali spetta il delicato compito di allevare le api secondo metodi biologici – senza l’uso di sostanze di sintesi – e monitorare la produzione di miele. Andando sul sito lifegate.it si può aderire al progetto adottando per un anno 500 api, per farlo basta una donazione di 68 euro che permette di ricevere 4 vasetti di miele da 500gr.

Chi desidera rimboccarsi le maniche per salvare le api dall’estinzione ma non ha proprio l’indole da apicoltore può aderire anche al progetto lanciato da 3Bee, azienda leader nell’innovazione per l’apicoltura, che permette di adottare e monitorare alveari a distanza: mediante una App scaricabile su smartphone infatti ogni alveare può essere osservato h24 per verificare lo stato di salute delle api – crescita, peso, temperatura, intensità sonora – e il lavoro svolto da professionisti di settore che ogni giorno se ne prendono cura. Gli apiari sono dislocati in varie regioni di Italia, sta al donatore decidere quale scegliere in base anche al miele che desidera assaggiare. Su 3bee.it è possibile consultare i piani disponibili per le adozioni che vanno da una donazione simbolica di 12 euro che prevedere monitoraggio, attestato e degustazione di miele online a donazioni più consistenti che consentono di ricevere direttamente a casa fino a 5 kg di miele.

(Paola Cotugno)