Da un'idea di Donatella Bernabò Silorata

COS'É
WINE&THECITY

Wine&Thecity è un progetto indipendente dell’Associazione culturale Wine&Thecity che nasce nel 2008 da un’idea di Donatella Bernabò Silorata.

 

Coltiviamo ebbrezza creativa, mettiamo in moto la città, andiamo alla scoperta di luoghi mai visti o semplicemente dimenticati. Siamo nomadi e trasversali, parliamo molti linguaggi. Ci piace la contaminazione, sovvertiamo gli stereotipi. Crediamo nella pluralità di voci e nel vino come espressione culturale” è il manifesto della rassegna che si reinventa ogni anno mettendo in rete soggetti pubblici e privati, associazioni culturali e piccole imprese del territorio in un crossover di appuntamenti: degustazioni itineranti, cooking show con chef stellati, performance e azioni d’arte sul tessuto urbano, cene in palazzi storici e musei, incontri con i vignaioli, reading letterari, escursioni lungo la costa o alla scoperta delle vigne metropolitane.

 

Nato come primo “fuori salone del vino” in Italia di una manifestazione enologica (VitignoItalia), si è imposto da subito all’attenzione dei media nazionali e del pubblico per il format innovativo e l’idea creativa ovvero coniugare cultura urbana e cultura del buon bere esplorando luoghi insoliti, poco conosciuti o di grande impatto emozionale. In oltre dieci anni, Wine&Thecity ha portato il pubblico a degustare i vini di più di 100 aziende provenienti da tutta Italia in spazi storici e monumentali come il Palazzo Reale di Napoli, il Convento di San Domenico Maggiore, Le Catacombe di San Gennaro, il Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, la Chiesa e Museo del Pio Monte della Misericordia, il Museo di San Gennaro, Palazzo Zevallos – Gallerie d’Italia, il Pan Palazzo delle Arti di Napoli, il Giardino e Museo di Villa Pignatelli, il Parco e Tomba di Virgilio, La Certosa di San Martino, il Palazzo Cassano Ayerbo D’Aragona Casa Morra, il Museo Nitsch, il MANN Museo Archeologico Nazionale, l’Ex carcere minorile Filangieri – Scugnizzo Liberato, il museo Madre d’Arte Contemporanea, il Museo Diocesano, il Chiostro di Santa Caterina a Formiello, il Teatro di San Carlo nonché in tanti luoghi non convenzionali come il Carcere di Nisida, l’Aeroporto Internazionale di Napoli, le spiagge di Posillipo, l’Area Marina Protetta della Gaiola, la Lega Navale, il Tunnel Borbonico, lo Scalone di Montesanto, l’Istituto Colosimo per i non vedenti ed ancora case private, chiese sconsacrate, atelier di artisti, sartorie e boutique storiche. La forza della rassegna è nel saper coniugare scoperta e suggestioni creative, cambiare la percezione dei soliti luoghi, offrire nuovi stimoli, ridisegnare la mappa cittadina, senza dimenticare, ogni anno, un’attenzione speciale anche per il sociale.

 

Nel 2016 la Lonely Planet International, la più autorevole guida al mondo, indica Wine&Thecity come l’evento del mese di Maggio a Napoli, “A two-week celebration of regional vino, with free wine tastings and cultural events in palaces, museums, boutiques and eateries throughout the city”, portando la manifestazione alla ribalta  internazionale. E nel 2017 anche la Guida “Naples et la cote amalfitaine” della celebre casa editrice francese Gallimard recensisce Wine&Thecity.

 

Nel 2017 il professore Francesco Izzo della Cattedra Strategie d’Impresa del Dipartimento di Economia dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli ha condotto uno studio su Wine&Thecity che ha definito “una delle esperienze più interessanti e coinvolgenti di “impresa” creativa concepita a Napoli (…) tenacemente rimasta “privata” nell’ideazione, nella gestione e nelle risorse finanziarie, in grado di suscitare una clamorosa e sempre più larga eco “pubblica”, evidenziandone il valore economico sul territorio come “un formidabile moltiplicatore di opportunità, un acceleratore di relazioni per gli attori coinvolti”.

 

Nel 2018, Wine&Thecity viene citato come esempio di “bella idea creativa a Napoli” nell’ambito del Festival della Crescita di Milano. E sempre nel 2018 Wine&Thecity e il suo sistema di eventi diffuso sul territorio è stato candidato, per la categoria Exhibition Design, alla selezione ADI Design Index 2017, la pubblicazione che costituisce preselezione per la partecipazione al Premio Compasso d’Oro ADI 2018, il più antico e autorevole premio mondiale di design. 

 

Nel 2019 il Teatro di San Carlo sceglie Wine&Thecity come partner per il progetto Opera Wine Lab unendo per la prima volta i linguaggi della lirica con quelli del vino in un inedito e coinvolgente percorso sensoriale.