fbpx

Wine&Thecity: l’ebbrezza di ritrovarsi dal 21 al 25 Settembre

423 Visite

 

Wine&Thecity torna in città. Dal 21 al 25 settembre andrà in scena un’edizione ridotta nei numeri e nei contenuti, un’edizione che solo in parte realizza il ricco programma che avevamo previsto per maggio. Solo 5 date, ma tanta voglia di ricominciare e dare un segnale di ottimismo e di ripresa. E per dire a modo nostro come è bello rincontrarsi.

“L’ebbrezza di ritrovarsi” è infatti il claim che abbiamo scelto per questa edizione speciale che ancora una volta punta i riflettori su arte, scoperta del territorio e cultura del vino. L’immagine che ci accompagna – l’ADV è firmata Wstaff, nostro partner da anni –  è surreale, ironica e onirica al tempo stesso, ma soprattutto comunica fiducia. Abbiamo tutti bisogno di fiducia in questo tempo ancora troppo incerto. Un lancio, un salto, un volo nel vuoto e poi braccia che si incontrano, mani pronte ad una presa forte e salda.

E allora eccolo il programma dei prossimi giorni.

Lunedì 21 settembre lo chef Gennaro Esposito Due Stelle Michelin il 21 settembre nel Salone degli Affreschi di E. Marinella, al secondo piano di Palazzo Satriano alla Riviera di Chiaia, spazio di rara eleganza dello storico brand E. Marinella e museo delle celebri cravatte, racconterà in un insolito talk cooking show – con il tecnologo alimentare Gerardo Dalbon – il Metodo De Cecco ovvero come nasce una delle paste più apprezzate in Italia e nel mondo. Aneddoti, tecniche di cottura, conoscenza e soprattutto un incontro ravvicinato con il grande chef che il mondo ci invidia. Concludiamo con una degustazione di pasta De Cecco cucinata live e proposta in tre ricette. Nei calici i vini di due aziende che da anni ci seguono: La Molara dall’Irpinia ci porta le bollicine di Irpinia Fiano DOC Spumantizzato Brut millesimo 2018 e Casale del Giglio dall’Agro Pontino ci farà assaggiare Anthium Lazio IGT Bellone e Mater Matuta Lazio Rosso IGT.

 

Martedì 22 settembre la cucina stellata di Pasquale Palamaro incontra i vini di Donnafugata all’Archivio Storico, il Ristorante e Cocktail Bar di Luca Iannuzzi che combina storia del Regno di Napoli, memoria, cucina e cultura del bere bene in un unico posto. La nostra tasting dinner propone un percorso di gusto inedito pensato per l’occasione che racconta le due Sicilie nel piatto e nel calice, tra continui rimandi, sapori e tradizioni, terra e mare, sino al dessert “Cannolo o sfogliatella?”. Il vino protagonista unico di questa serata è Donnafugata che per la prima volta partecipa a Wine&Thecity e lo fa in grande stile portando ben cinque vini dalle terre di Sicilia. Si comincia con il rosato Sul Vulcano 2019 Etna Rosato DOC e si prosegue, piatto dopo piatto con Donnafugata a Contessa Entellina – SurSur 2019 Grillo Sicilia Doc; Donnafugata sull’Etna – Sul Vulcano 2018 Etna Bianco Doc; Donnafugata a Vittoria – Bell’Assai 2018 Frappato di Vittoria Doc; Donnafugata a Pantelleria – Ben Ryé 2017 Passito di Pantelleria Doc,  imperdibile per conoscere la Sicilia da bere.

 

Il 24 settembre entreremo in un luogo magico, denso di arte e storia di Napoli: il Complesso Monumentale di Donnaregina con il Museo Diocesano. Da sempre ci piace mischiare l’arte con il vino! Gli ospiti saranno accompagnati in una visita guidata serale alla collezione d’arte del Museo, a seguire ci sarà la  degustazione narrata nel Chiostro della Chiesa di Donnaregina Vecchia. Per gli occhi un suggestivo percorso dal Gotico al Barocco in uno dei luoghi più emozionanti della città, per il naso e il palato una raffinata degustazione con due alfieri della viticoltura campana: Mastroberardino, viticoltori in Irpinia dalla metà del 700 e Tommasone Vini, storica azienda dell’isola di Ischia. Cosa si berrà? Neroametà Aglianico Campania IGT per la cantina irpina e Tenuta Dei Preti 2019 Ischia Biancolella Doc cru e Pithecusa Rosso 2017. In abbinamento i prodotti da forno De Cecco e la mozzarella del caseificio caseificio EBufala, un brand che si presenta al pubblico per la prima volta e che ritroverete presto nel polo gastronomico Casa Madre, di prossima apertura.

 

Il 25 settembre concludiamo al Museo Hermann Nitsch, luogo dalle suggestioni forti, incuneato tra i vicoli napoletani, museo e archivio di uno dei più controversi artisti contemporanei. Sulla magnifica terrazza che abbraccia la città antica e si spalanca sul golfo,  i vini dell’azienda Casale del Giglio accompagneranno il vernissage della mostra Sinfonia Napoli 2020 che vede esposti i “Relitti d’azione” realizzati da Hermann Nitsch nel 2018 per il decennale del museo, insieme ad un’inedita collezione di pitture e disegni e ad un corpus di nuove opere. L’appuntamento è dalle ore17 alle 20.

Con questo finale, si consolida il sodalizio che da anni lega Wine&Thecity alla Fondazione Morra e soprattutto si conferma l’impegno della rassegna nella promozione della cultura del vino e dei luoghi d’arte della città.

L’edizione Wine&Thecity 2020 gode del Patrocinio di Regione Campania, Comune di Napoli e I Municipalità, ed è realizzata grazie al supporto fondamentale di Pasta De Cecco main sponsor di Wine&Thecity dal 2018.

Tutte le iniziative si svolgeranno in ottemperanza alle normative vigenti per la prevenzione del Covid-19, tutti gli eventi saranno con ingresso su prenotazione e registrazione obbligatoria; l’accesso sarà consentito con mascherina e misurazione della temperatura.

(d.b.s.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *