fbpx

Quando il vino incontra l’arte

500 Visite

 

Il design applicato al vino non smette di sorprendere. Dal packaging creativo ad una moderna visione dell’etichetta, sono sempre di più le aziende che alla qualità del prodotto abbinano ricerca ed innovazione estetica.  Il risultato sono bottiglie che lasciano il segno, talvolta ironiche e stravaganti; da collezione. È il caso della cantina Cava che trasforma la bottiglia di Brut in un romantico mazzo di tulipani grazie all’innovativa etichetta nata dallo studio PACKLAB; Ruffino, signori del Chianti dal 1877, reinterpreta in chiave moderna la tradizione del classico fiasco di vino che il noto artista francese Clet fa rivivere in una “mami” dai grandi occhi scuri. Equilibrium Estate Wine, cantina ecosostenibile australiana, ha sposato il progetto della designer Gemma Warrier che ha creato un’etichetta che interagisce con il contenuto della bottiglia fornendone il consumo. Non da meno Constantin Bolimond che unisce nel design della bottiglia due icone full color come i Simpson e Pieter Mondrian; l’azienda Finca de la Rica invece trasforma la tradizionale etichetta in un gioco di parole crociate. Della cantina spagnola Bodegas Canopy sono i vini “pazzi da legare” in camicia di forza e con la scritta LOCO, per veri maniaci del buon bere

Paola Cotugno

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *