Wine News

Dall’Irpinia il nuovo presidente dell’Onu del Vino: Luigi Moio è stato eletto presidente OIV

22 Lug, 2021

Un italiano è stato eletto alla presidenza dell’OIV,l’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin, con sede a Parigi, per i prossimi tre anni: si tratta di Luigi Moio, professore di Enologia alla facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e produttore di vini con la cantina Quintodecimo, in Irpinia.

L’organizzazione, che sempre più spesso è definita l’Onu del vino, non era presieduta da un italiano da oltre 40 anni. Noi di Wine&Thecity facciamo i nostri più cari auguri a Luigi Moio e a tutti i produttori italiani!

L’OIV è un organismo intergovernativo a carattere scientifico e tecnico, dalle competenze riconosciute nel campo della vigna, del vino, delle bevande a base vino, delle uve da tavola, delle uve passite e tutti gli altri prodotti derivati dalla vigna”, che prende le sue decisioni sulla base del consenso. Riunisce rappresentanti derivanti da 45 Stati membri ed anche un’identità territoriale cinese che ha un ruolo di osservatore. Secondo il suo sito internet, l’OIV ha 3 grandi obbiettivi:

  • aiutare i suoi membri a meglio tener conto delle preoccupazioni dei produttori, dei consumatori e delle altre figure della filiera vitivinicola;
  • aiutare altre organizzazioni internazionali (intergovernative e non-governative) in particolare se perseguono delle attività normative;
  • aiutare ad armonizzare le pratiche e le norme in corso nel mondo, e se necessario, elaborare delle nuove norme internazionali, per migliorare le produzioni vitivinicole, la loro commercializzazione tenendo conto degli interessi dei consumatori.

Per saperne di più su Luigi Moio > QUI la nostra intervista