Non solo vino

Innovative a Napoli, zuppa di cozze e spunti fusion

25 Feb, 2021

«Si avita parlà ‘e me, esagerate!» Come un mantra e un monito benaugurale, tuona così Assunta Pacifico dai suoi profili social, dove un po’ celebrity e un po’ influencer totalizza numeri incredibili di visualizzazioni e like. È lei «‘A Figlia d’ ‘o Marenaro», anima e corpo del ristorante in via Foria che detta legge in fatto di zuppa di cozze e che ha da poco inaugurato il progetto Innovative, ristorante nel ristorante, affidato a suo figlio, Giuseppe Scicchitano.

Innovative è la versione più contemporary & fusion di «‘A Figlia d’ ‘o Marenaro». Opulento e verace al tempo stesso, altisonante e familiare.

Giovane ma ben forgiato tra i racconti del nonno, la cucina on the road del papà e i claim performanti di mammà, Giuseppe ha creato in meno di due anni il più estroso tempio in città di sapori forti e inequivocabilmente nostrani tra pietanze neo-tradizionali e percorsi esperienziali occhi, olfatto e palato. I “glocal” cocktail e il luxury menù in un ambiente che rievoca in ogni dettaglio atmosfere storiche partenopee (firmato Costa Group), pranzare o cenare da «Innovative» è un’esperienza da vivere tout court. Ecco il lunch, ideato, introdotto e servito da Giuseppe al parterre di giornalisti nel press day pochi giorni fa. Entrée di crudi: scampi reali, gamberoni, ostriche prieur e taratufi in abbinamento a uno spumante di Falanghina extra dry, di Tenuta Le Vignole da Castelvenere.

E di Caggiano il Fiagre 2019, blend di Fiano di Avellino e Greco di Tufo, che ha accompagnato a seguire tutte le altre portate. Omaggio a nonna Maria il twist di cheesecake con gamberi crudi montati su uno strato di ricotta in salvietta: il tutto adagiato su un dischetto di fresella bagnata in acqua di mare. Gamberi Flambè, ovvero gamberi rossi alla fiamma con provola affumicata di Agerola. Perle di Cozze, un succulento piatto di cozze alla brace.

Gamberi alla chitarra rovente, ossia spaghetti alla chitarra Felicetti con tartare di gamberi nel suo ristretto profumato alla fiamma. In chiusura due dessert inediti, pensati da Scicchitano: il cannolo scomposto e ‘o curniciello, il primo di leggera crema cannolo sospesa in una chips dolce e il secondo una mousse ricoperta di glassa rossa su biscotto friabile a forma dell’iconico portafortuna: pairing finale coi signature cocktail preparati su misura dai bartender IBA.

(Salvio Parisi)

Potrebbe interessarti anche

Innovative premiato con il Cellar Door 2020 di Decanto