IL PANIFICIO ANTONIO RESCIGNO: UN SEGRETO CHE SI TRAMANDA DA OLTRE UN SECOLO

IL PANIFICIO ANTONIO RESCIGNO: UN SEGRETO CHE SI TRAMANDA DA OLTRE UN SECOLO

453 Visite

 

Dalle brioche al pagnottello napoletano, dai brunetti di pane ai taralli sugna e pepe. A Napoli Il Panificio Antonio Rescigno è considerato un tempio della farina, lavorata con cura da oltre cento anni per tramandare di generazione in generazione il segreto del pane: ogni giorno infatti, fin dalle prime ore del mattino, nei laboratori dell’azienda prendono forma prodotti dal gusto unico, lavorati secondo metodo artigianale e ottenuti con l’impiego di ingredienti di prima scelta. Sono queste le caratteristiche vincenti che hanno fatto di Rescigno uno dei principali partner food della Dodicesima edizione di Wine&Thecity: i prodotti del brand napoletano sono stati infatti protagonisti il 9 maggio al Gran Caffè Gambrinus nella memorabile degustazione di sette riserve introvabili di Trentodoc, le bollicine di montagna dello spumante metodo classico del Trentino. Un evento esclusivo aperto solo a 50 ristoratori d’eccellenza che ha visto la partecipazione del Miglior Sommelier d’Italia.

 

 

 

Con un ricco e goloso banco di assaggio il Panificio Antonio Rescigno è stato protagonista anche del Gran finale di Wine&Thecity il 18 maggio sulla spiaggia dello storico Bagno Sirena a Posillipo, in una spettacolare notte di luna piena.

 

 

Oggi la quarta generazione Rescigno porta avanti con passione e dedizione gli insegnamenti del passato proponendo ai propri clienti una linea di prodotti variegata che accontenta ogni esigenza alimentare –  i prodotti vengono realizzati con farina di crusca, ai 5 cereali e alla soia –  e pensata per ogni gusto: nei punti vendita dell’azienda (via Foria 42, Piazza Leonardo 11, via Simone Martini 58 ) è possibile scegliere tra un ventaglio di pane pizza, saltimbocca, baguette francesci, brioches, le tradizionali freselle col buco e le freselle alla maruzzara alle quali si accompagnano prodotti dolciari di alta qualità come i babà e le tipiche sfogliatelle napoletane. Creazioni dolci e salate che da oltre un secolo non smettono di regalare una pausa di pura gioia agli amanti della gastronomia di qualità.

 

 

Paola Cotugno

 

 

Condividi:
Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.