10×10: Dieci cucine d’eccellenza per dieci portate

“Cremoso di palamito con capperi e olive, crumble di pane agliato”: questo il piatto di Alfonso Caputo, uno dei 10 chef dell’alta cucina italiana, con cui si aprirà la serata benefica di stasera a sostegno dell’organizzazione umanitaria internazionale Azione contro la Fame.

L’evento è ormai un appuntamento fisso che, quest’anno, inizierà con un aperitivo nel Salone degli Specchi e nella lobby del Grand Hotel Parker’s, storico Cinque Stelle partenopeo. L’obiettivo della serata, al quale gli chef parteciperanno senza alcun compenso, è raccogliere fondi per la lotta contro la malnutrizione infantile.

 

A seguito dell’aperitivo, Domenico Candela, il talentuoso chef che da meno di un anno sta guidando la brigata della nuova cucina, darà il via alla cena. Con il risotto “Riserva San Massimo” mantecato alla rucola selvatica, soffice di baccalà e lampone al naturale aprirà le porte del ristorante gourmet George, uno degli spazi rinnovati dello storico hotel, sito all’ultimo piano insieme alla Krug Room. La nuova cornice sarà in forma più che mai per dare un supporto concreto a un evento molto sentito a Napoli, in cui il piacere del cibo si unisce alla gioia di donare.

La cena solidale 10×10 prevede 10 portate, una per ogni chef, divisi rispettivamente per il momento aperitivo e la cena; tutte accompagnate dai vini dell’azienda Villa Matilde e Veuve Clicquot, due degli sponsor della serata.

A sostegno dell’iniziativa, oltre alla presenza di eccellenti cuochi campani, parteciperanno anche due ospiti stellati italiani: dal Trentino Alto Adige Alfio Ghezzi, chef della Locanda Morgan, proporrà un piatto a base di Salmerino Alpino, una delle specie ittiche d’acqua dolce più apprezzate in Italia; invece dalla zona meridionale gli chef Maria Cicorella e Antonio Zaccardi, del ristorante Pashà in Puglia, porteranno in tavola pancia di maialino, fave e cicorie. Al termine della serata, lo chef Renato Martino del ristorante Vairo del Volturno, si occuperà del dessert a base di castagne, nocciole e cioccolato.

Alla chiamata dell’associazione, che realizza progetti benefici in 46 Paesi, oltre a Villa Matilde e Vevue Clicquot, hanno risposto diversi imprenditori diventando sponsor della serata tra cui: Cesare Attolini, Macelleria Michele Varva, McArthurGlen, Seda Group e Kimbo, azienda simbolo del territorio partenopeo, che darà un attivo contributo con il suo caffè servito con la cuccuma, tipica caffettiera napoletana.

 

Share