Wine&Thecity per il sociale

Wine&Thecity è anche impegno nel sociale. Da anni la rassegna sostiene progetti di inclusione sociale dando voce agli ultimi, accendendo i riflettori su realtà poco note, su iniziative di piccole cooperative che fanno grande la nostra città. Abbiamo sostenuto negli anni i progetti della Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus che ogni giorno mette in sinergia le diverse realtà operanti nel Rione Sanità; il Coro del Maestro Carlo Morelli che è un progetto di incontro e di dialogo tra ragazzi di diverse provenienze e culture, avamposto di cultura e bellezza per i giovani della periferia. Abbiamo accolto l’invito della Cooperativa sociale L’Orsa Maggiore che si occupa con amore di persone vulnerabili, per lo più giovani, con problemi di lieve e media disabilità, negli spazi della Gloriette, il sito confiscato alla camorra e tornato a nuova vita.

Nel 2016 siamo entrati nel Carcere di Nisida, l’isola che è sede dell’Istituto penale per i minorenni, per far conoscere i tanti laboratori finalizzati alla formazione professionale dei ragazzi ospiti dell’Istituto. In particolare, con la partecipazione straordinaria dello chef Due Stelle Michelin Francesco Sposito e il maestro pizzaiolo Ciro Salvo, abbiamo raccolto fondi per sostenere le attività della “Cucineria di Nisida – Associazione Monelli tra i fornelli”. Nello stesso anno, in autunno, abbiamo organizzato la prima Cena Stellata nel Carcere di Poggioreale in collaborazione con l’Associazione Il Carcere Possibile Onlus che persegue il fine della solidarietà sociale, civile e culturale nei confronti della popolazione detenuta.

Nel 2017 abbiamo acceso i riflettori sulle attività de Lo Scugnizzo Liberato aprendo al pubblico gli spazi dell’ ex- carcere Filangieri dove ogni giorno i volontari ed attivisti del quartiere danno vita a iniziative auto-finanziate e volte alla riqualificazione partecipata attraverso laboratori creativi, mense solidali, assistenza ai migranti. Con il libro Ebbrezze letterarie, realizzato con la partecipazione spontanea di 10 scrittori e il fondamentale sostegno dell’editore Colonnese, abbiamo messo insieme vino e letteratura a favore della Fondazione San Gennaro.

Nel 2018 abbiamo realizzato con Ciro Oliva, il vulcanico pizzaiolo di Concettina ai Tre Santi, una serata per sostenere le attività della Casa dei Cristallini che opera a favore dei bambini del Rione Sanità. E siamo stati al fianco di Karen Torre, la campionessa europea di Karate, classe 1985, che tutti i giorni insegna da volontaria arti marziali ai bambini e ragazzi dei Quartieri Spagnoli, sia napoletani che srilankesi e filippini favorendo una sana integrazione sociale e multiculturale. La sua associazione sportiva si chiama Ronin Club e ha trovato casa nella cappella sconsacrata vicino alla chiesa di San Matteo diretta da padre Giovanni: qui ogni giorno circa 90 giovani, dai 5 ai 20 anni, partecipano a corsi di karate e chanbara (spada giapponese), e molti hanno raggiunto negli anni traguardi incredibili, portando a casa 24 titoli europei e 3 mondiali.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share