Wine Platform: l’e-commerce del vino

Il mondo del vino on line in Italia negli ultimi anni ha avuto uno sviluppo notevole. Se cinque anni fa i produttori erano restii a vendere i propri vini on line, oggi,  il wine shopping rientra nelle strategie delle grandi cantine italiane. In Italia, 3 bottiglie su 10 vendute online sono gestite da Tannico.  Oggi noi di Wine&Thecity  vi raccontiamo i segreti del successo dell’operatore online che ha saputo conquistare la leadership del mercato digitale italiano del vino.

“Ho insegnato al mondo a bere il vino italiano comprando solo online” Marco Magnocavallo, a 45 anni,  è il più grande riempitore di calici in Italia. Ceo di Tannico e Tannico Intelligence, una piattaforma gratuita con cui le aziende vitivinicole italiane  vedono i dati di vendite e l’identikit profilato dei consumatori e possono i confrontare i propri dati con quelli di cinque competitor a scelta, è uno dei fautori di questa piccola rivoluzione nelle modalità di vendita del vino, soprattutto all’estero. Tannico mette a disposizione delle cantine il suo possente know-how, attraverso una serie di servizi determinanti per la soluzione di ogni problema. A tutto questo si collegano, soprattutto, i servizi compresi:

– Gestione della piattaforma tecnologica

– Ricezione degli ordini e dei pagamenti con carte di credito e in contrassegno (Italia)

– Picking, packing, emissione dei documenti di trasporto e fiscali

– Gestione delle accise e delle pratiche doganali per i paesi europei (Francia, Svizzera, Germania, Austria, Spagna, UK, Olanda, Belgio) e nella seconda metà del 2017 anche in Asia e USA.

– Customer care

– Download dei dati di vendita e dei dati personali dei clienti per azioni di marketing

 

 

Lo scorso anno poi,  insieme alla sua squadra, ha creato Wine Platform piattaforma di supporto alla vendita al cliente privato estero che risolve tutte le problematiche di accise, dazi e tasse connessi alla vendita al privato residente in un Paese estero. Nato per le piccole cantine ora comprende 10 dei 20 più grandi produttori italiani: Bellavista, Zonin e il campano Feudi di San Gregorio. E nel 2018? Un’estensione reale di Wine Platform, l’apertura a Milano del primo negozio fisico.

Una crescita che contribiurà notevolmente all’export del vino italiano nel mondo.

 

 

Share