Vino & packaging: nuovi scenari e trend futuri

 

Oscar  Wilde, aveva ragione. La forma è tutto. Specialmente nella wine industry.

In un mercato in cui l’offerta è in continua crescita, i produttori di vino si fanno concorrenza su più fronti. La parola chiave è differenziarsi.

E se la qualità non sembra essere il fattore principale che spinge all’acquisto e se, secondo la ricerca dell’Ehrenberg-Bass Institute for Marketing Science, ai primi posti nel ranking di elementi influenti nella spesa del vino ci sono packaging ed etichetta, ecco che gli sforzi creativi dei produttori si indirizzano sul modo in cui il vino è confezionato, con proposte luxury, eco friendly o sustainability.

Un esempio perfetto è il successo della collezione Crisalidi di ReLegno. L’azienda campana, che opera nel settore del packaging in legno e arredo design, è da poco diventata popolare per aver firmato la nuova dispensa della seconda edizione di Top Chef Italia, noto ed avvicente cooking show che appassiona milioni di telespettatori in tutto il mondo, in onda in prima serata su Nove, canale 9 del digitale terrestre.

Dall’esperienza e dalla professionalità di ReLegno nascono le cassette della collezione “Crisalidi”, ispirate alla metamorfosi e trasformazione della farfalla e progettate da Salvatore Aiello. L’apparente box per il vino, da cestinare dopo il trasporto, con pochi gesti cambia forma ed è pronto a vivere la sua nuova funzione.

Con questa collezione, il trend del wine packaging, sostenuto dall’idea che il vino si beve prima con gli occhi che con la bocca, passa a un livello superiore: diventa packaging d’autore, customized e ecocompatibile. Le cassette sono personalizzabili, studiate per essere riutilizzabili dopo il loro primo impiego, sono prodotte con legni provenienti da foreste certificate e con ausilio di energie rinnovabili.

Disponibili solo 9.999 pezzi numerati ed accompagnati da certificato di garanzia, sono rivolte agli amanti del design e a coloro che sono alla ricerca dell’originalità e dell’autenticità del prodotto. Questa collezione, limited edition, conferma l’equazione vino pregiato packaging di lusso e pone in essere un futuro e più sentito trend del wine marketing: quello della sostenibilità, del riutilizzo e dell’ecologia.

Carmen Cozzolino

Share