Riding Tristicomico: in viaggio verso Wine&Thecity 2018

Il «Riding Tristicomico» di Arianna Porcelli Safonov, comedian e scrittrice romana, di papà russo, ha catturato il pubblico napoletano e inaugurato brillantemente la stagione degli appuntamenti “Aspettando Wine&Thecity 2018”. In solitaria, sul palco di Hart, Arianna ha snocciolato per oltre un’ora, i suoi monologhi irriverenti e beffardi con cui maltratta il mondo della degustazione, quello di facebook e instagram, gli ingegnieri, la comunicaziòne, il business del biologico e «altre tendenze miserabili di cui potremmo tranquillamente fare a meno».

Foto di Salvio Parisi

La “ragazza di campagna”, come ama definirsi, forse per aver deciso di trasferirsi in un fienile sperduto tra le colline pavesi verso gli Appenini per sperimentare dolcezze e dolori di una vita lontana dalle comodità della metropoli, ha fatto breccia nel pubblico tra risate e riflessioni.  Dai monologhi di “ordinaria saggezza” ipervisualizzati sul suo canale youtube alle sue pubblicazioni editoriali di satira feroce, la Safonov ha portato a Napoli per la prima volta il suo carico di sarcasmo 3.0.

Foto di Salvio Parisi

Uno spettacolo voluto da Wine&Thecity, realizzato con il supporto di Di Mauro automobili e la partecipazione di Cantine Astroni e il forno Malafronte di Gragnano: gli oltre duecento spettatori sono stati infatti accolti da un calice di Astro spumante brut di Falanghina con i grissini artigianali, stirati a mano, dei fratelli panificatori Malafronte. Sul finale, il monologo che non poteva mancare a Wine&Thecity: Terroir sauvage, ironica interpretazione sul mondo del vino naturale, tra vignaioli eremiti e anfore che furono di Abramo.

di Salvio Parisi

 

 

Share