Italia batte Francia e si afferma nel mondo con il vino bianco fermo

Un’altra buona notizia per il Bel Paese in ambito enologico: il vino bianco fermo italiano è il più venduto al mondo con un valore di 1,287 miliardi di euro all’anno. Lo dichiara un’indagine Nomisma Wine-Monitor presentata la settimana scorsa al convegno ‘Bianco come il vino’, organizzato dall’Istituto Marchigiano Tutela (Imt) vini a Jesi.

Il vino bianco fermo italiano è il più venduto al mondo e batte la Francia, al secondo posto con 1,276 miliardi di euro, che ci supera però con le vendite di rossi e bollicine. Il bianco fermo è il vino più consumato in Italia ma anche nel Regno Unito e presto anche in USA. Stati Uniti, Germania e Regno Unito sono i tre principali buyer in cui si concentrano i due terzi delle vendite made in Italy.

In Italia crescono i consumi e, anche in vigna, aumenta nella produzione il rapporto bianchi/rossi: il 54% del vino prodotto è bianco, più o meno la stessa quota che era dei rossi e dei rosati.
Una crescita dovuta alle nuove tendenze di consumo tra le giovani generazioni e alle modalità di consumo basate sulla ricerca di prodotti più versatili, da consumare in particolare fuori casa.

 

I bianchi fermi risultano i più consumati al ristorante e secondi solo agli sparkling nei wine bar. Sulle tavole casalinghe vince sempre il rosso. Fondamentale il contributo del pubblico femminile: le donne – secondo la ricerca Nomisma Wine-Monitor – amano il bianco.

Dunque, non ci resta che festeggiare, ovviamente brindando con un buon vino bianco a questo nuovo primato tutto italiano!

 

Isabella La Mura

 

Share