10 memorabili film per wine lover

1) Sideways del regista Alexander Payne. Memorabile la scena in cui Miles, enofilo insegnante di inglese, divorziato e aspirante scrittore parla con grande passione del Pinot nero e del suo amore per questo vino.

2) Vinodentro un autentico wine-thriller! “Per Giovanni Cuttin tutto è cominciato con il primo sorso di vino della sua vita, un “Marzemino”, citato da Lorenzo Da Ponte nel suo libretto per il “Don Giovanni” di Mozart. Nell’istante in cui assapora quel nettare rosso sangue Giovanni avverte una misteriosa esplosione dei sensi e da quel momento in poi la sua natura si trasforma”. Interpretato da Vincenzo Amato, Giovanna Mezzogiorno, Lambert Wilson, Pietro Sermonti e Daniela Virgilio.

3) Saint Amour con un meraviglioso Gerard Depardieu è un Road movie che percorre le campagne francesi con ritmo alticcio e spirito picaresco.  Lungo laroute des vins si muovono i due protagonisti: “Se Vincent Lacoste, che ‘guida’ discreto, è un vino onesto e leggero e Benoît Poelvoorde un grand cru, Depardieu è indubbiamente un cuvée millésimé, prodotto eccelso vinificato da uve di un’unica annata”.

4) French Kiss commedia romantica del 1995 diretta da Lawrence Kasdan con Meg Ryan e Kevin Kline. La protagonista Kate vince la paura di volare e va in Francia per riconquistare il fidanzato. Sull’aereo incontra il francese Luc Teyssier, ladro gentiluomo disposto a tutto per far rivivere una vecchia vigna abbandonata nei pressi della sua città natale.

5) Un’ottima annata il film diretto nel 2006 da Ridley Scott che racconta la storia di Max (Russell Crowe), uomo d’affari della City londinese che torna in Provenza. Le vigne e i ricordi del passato cambieranno la sua vita.

6) La mia terra film del 1959 diretto da Henry King interpretato da Rock Hudson, Jean Simmons, Dorothy McGuire e Claude Rains. Storia di amori e di vigneti. Drammatica la scena in cui John preso dall’ira lascia cadere un mozzicone di sigaretta che provocherà un disastroso incendio nel vigneto del vecchio Philip.

7) Mondovino il film del 2004 diretto da Jonathan Nossiter tratta dell’impatto della globalizzazione sulle regioni produttrici di vino e in particolare dell’influenza del critico Robert Parker e dell’enologo Michel Rolland nel definire e imporre uno stile internazionale comune. Romantica la scena girata durante la raccolta del cocco in Brasile dove l’intervistatore chiede se dal cocco si può fare del vino.

8) Il profumo del mosto selvatico è un remake del 1995 di “Quattro passi fra le nuvole” del 1942 di Alessandro Blasetti. Memorabile il cast: Keanu Reeves, Aitana Sánchez-Gijón, Anthony Quinn, e Giancarlo Giannini. Celebre la scena della vendemmia e pigiatura dell’uva durante la quale, tra musiche e balli dionisiaci, Paul perde la testa per la bella Victoria.

9) L’anno della cometa è un film del 1992 diretto da Peter Yates. Tutto ha inizio quando Margaret, una giovane enologa londinese, arriva in un castello della Scozia, il cui proprietario è deceduto, e scopre una maxibottiglia Napoleonica di Lafitte del 1811.

10) Somm documentario americano del 2013 diretto da Jason Wise.  Quattro sommelier tentano di passare l’esame che darebbe loro il titolo di “master sommelier”, qualifica che dal 1966 è stata assegnata solo a 200 persone al mondo. Significative le scene delle degustazioni alla cieca, bella la fotografia dove non mancano scene panoramiche con ampie riprese su filari e vigne.